ISTITUTO ITALIANO
FERNANDO SANTI
SEDE REGIONALE EMILIA ROMAGNA
     
FIERA INTERNAZIONALE DEL TURISMO DI BUENOS AIRES

L'Istituto Italiano Fernando Santi Sede Regionale Emilia Romagna, unitamente all'Istituto Italiano Fernando Santi e alle sue articolazioni regionali (Sicilia, Lazio, Veneto, ecc.), ha partecipato in Argentina ed in Brasile, nel mese di novembre 2005, ad alcune iniziative di promozione turistica, ambientalistica, enogastronomica, agricola, agroindustriale e ceramica.
L'Istituto ha partecipato alla FIT (Fiera Internazionale del Turismo), che si è tenuta a Buenos Aires dal 19 al 22 novembre, con due propri stands espositivi di materiale promozionale turistico, con particolare riferimento a quello sociale, culturale ed ecosostenibile
Uno degli obiettivi che l'Istituto ha perseguito, attraverso la partecipazione alla Fiera, è quello di attivare flussi di turismo verso l'Emilia Romagna e nel contempo di favorire scambi e flussi da e per l'Italia, l'Argentina e il Brasile.
In tale contesto l'Istituto intende privilegiare la presenza delle Città turistiche, delle Istituzioni il cui territorio è organizzato a Riserve e Parchi naturali (Parco del delta del Po, ecc.) e delle realtà territoriali tributarie di massicce presenze di proprie comunità, in Argentina ed in Brasile, talune delle quali hanno mantenuto e sviluppato legami privilegiati con i Paesi di origine, promuovendo rapporti stabili tra questi e le istituzioni dei Paesi ospitanti.
Negli stands sono stati esposti, oltre ai materiali di promozione dei luoghi di interesse turistico, anche quelli che caratterizzano i prodotti artistici (ceramiche, mosaici, ecc.) e quelli tipici dell'Emilia Romagna (vedasi rassegna stampa).
Importanti, ai fini dello sviluppo turistico e ambientale, sono stati per il Comune di Ravenna, rappresentato dal presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Capra, gli incontri tenuti in questa missione dell'Istituto Santi, cofinanziata dalla Regione Emilia Romagna, con le Municipalità di Garibaldi, Laguna e Criciuma, città brasiliane legate alla presenza dell'"Eroe dei due mondi", Giuseppe Garibaldi, la cui moglie Anita, originaria di Laguna, morì proprio nella pineta di Ravenna.
Proprio a Laguna il Presidente del Consiglio Comunale di Laguna ha ricevuto il Presidente del Consiglio Comunale di Ravenna dove al termine dell'incontro è stato stabilito di avviare un'iniziativa riguardante gli itinerari garibaldini di carattere storico-culturale e turistico tra il Comune di Ravenna, dove è deceduta Anita Garibaldi, il Comune di Garibaldi, Bento Goncalves e Laguna. Nella successiva seduta plenaria si è proposta l'adesione del Comune di Roma e di quello di Marsala, alla suddetta iniziativa, per l'importanza che rivestono tali Città nell'Epopea Garibaldina e per le memorie storiche monumentali che la rappresentano.
La FIT di Buenos Aires ha previsto, oltre alla fase espositiva, un convegno, tenuto dall'Istituto nella giornata del 20 novembre in collaborazione con l'ICE di Buenos Aires, sul tema "Il ruolo delle Comunità italiane in Argentina per l'internazionalizzazione della cultura e dell'economia italiana".
Al convegno hanno preso parte, oltre le diverse delegazioni provenienti dall'Italia, i gruppi dirigenti, anche giovanili, dell'Associazionismo, le rappresentanze delle istituzioni italiane in Argentina (Ambasciata d'Italia, ICE, ecc.), gli operatori economici e le rappresentanze delle istituzioni argentine.
Il Presidente del Consiglio Comunale di Ravenna, Giuseppe Capra, ha letto un messaggio del Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani che ha ricordato "le iniziative della Regione a favore dei nostri connazionali all'estero per rafforzare sia i legami economici che quelli culturali con le nostre comunità. Le nostre associazioni - ha detto Errani nel messaggio - sono passate in pochi anni da 80 a 125, mentre in un'area importante come il Brasile e l'Argentina, nelle due ultime legislature poco meno di 400 giovani delle nostre comunità hanno usufruito di stages, borse di studio per master universitari, corsi di lingua, traendo da ciò nuove occasioni di scambio e collaborazione".
Per l'organizzazione degli stands l'Istituto si è avvalso delle delegazioni provenienti dall'Emilia Romagna, dalla Sicilia e da alcune regioni aderenti.
Quattro assistenti locali hanno curato l'organizzazione delle attività in Fiera e le relazioni di front stand. Agli stands hanno preso parte anche i due tirocinanti, uno brasiliano e l'altro siciliano, che partecipano al tirocinio formativo rispettivamente presso il Centro Ceramico di Bologna e il Bairro da Juventude di Criciuma, sulla base dei programmi di cooperazione promossi sia dalla Regione Emilia Romagna che dalla Regione Siciliana.

 

 
Presentazione
 
Rappresentanze
 
Corsi di formazione
 
Attività culturali
 
Consulta
 
Tirocini
 
FIT
 
Emigrazione
 
Immigrazione
 
Cooperazione
 
Rassegna stampa